Creta

Creta è un’isola greca che nasconde tanti misteri e leggende. Qui la civiltà minoica visse la sua epoca d’oro, donandoci monumenti e opere artistiche che oggi sono considerate alla base della cultura mondiale e di ispirazione per le espressioni artistiche ad esse successive. Creta è anche, secondo la leggenda, il luogo natale del Dio Zeus nonché il luogo dove è stato ambientato “Zorba il greco”.

Creta - Komos Beach

Foto CC-BY-SA di Norro

Tra realtà e leggenda, Creta continua ad esercitare un fascino straordinario sui suoi visitatori ed è anche per questo, oltre che per una storia che torna indietro di 4.000 anni, che l’isola è una delle mete preferite dei turisti diretti in Grecia per una vacanza.

Creta: qual è il periodo migliore per visitare l’isola?

Se volete visitare Creta ma non sapete quale periodo dell’anno scegliere, ecco qualche consiglio fatto apposta per voi.

Il periodo miglioreper fare un viaggio a Creta è senza dubbio quello compreso tra l’inizio della Primaverae l’inizio dell’Estate. Sarebbe meglio evitare i mesi tardo-estivi perché le temperature possono salire anche di molto, creando problemi a chi non è abituato a sopportare l’afa e la calura.

Un secondo periodo ottimale per visitare l’isola greca è quello compreso tra Settembre e Ottobre, quando le temperature sono miti ma non piove quasi mai. L’Autunno è un periodo buono sia per le temperature sopportabili che per i costi della vacanza, che tendono a scendere dato che si esce dall’alta stagione. In Autunno potete fare il bagno, stare in spiaggia e visitare i siti archeologici di Creta senza problemi.

Se, poi, volete immergervi nella cultura e nelle tradizioni locali, potete scegliere il periodo di Pasqua oppure l’Estate, quando si tengono importanti celebrazioni e feste, come le processioni pasquali e il Festival estivo delle artidi Iraklion.

Iraklion: la capitale dell’isola di Creta

Quella che molti italiani conoscono con il nome di Candia, a Creta viene detta Iraklion, oppure Herakleion. Stiamo parlando della capitale dell’isola, famosa per le sue bellezze architettoniche e per i suoi decori urbani in stile veneziano.

Iraklion è una vera perla di bellezza: romantica, affascinante e unica al mondo. Da non perdere nella capitale di Creta ci sono l’imponente cinta muraria, che racchiude tutto il nucleo centrale della città in una sorta di fortezza invalicabile; la piazza principale di Iraklion, con la Fontana Morosini e la Fontana Bembo; la Loggia, che un tempo ospitava il mercato della città; il porto antico; il “Castello a mare” di Koulés, del XVI secolo, e ciò che resta dell’Arsenale veneziano.

Morozini Fountain Heraklion

Foto CC-BY-SA di Chris 73

Sempre a Iraklion potrete ammirare il centro storico e le vie più pittoresche, come quelle che portano alla piazzetta di Eleftherias, ma anche le vie KoraiDaidalou. E’ dovuto un giro al caratteristico mercato di Iraklion e alla splendida Cattedrale della città.

Se siete appassionati di arte antica e di civiltà perdute, non potete perdere il Museo Archeologico della Civiltà Minoica, il più importante del mondo, che conserva pezzi eccezionali ed opere straordinarie prodotti dall’ingegno di questo popolo geniale, come il famoso disco di Festo, le ceramiche di Kamáres, il rhytòn con la testa di toro e la statua della Dea dei Serpenti.

Cosa fare e cosa vedere a Creta

A pochi chilometri dalla capitale, Iraklion, potete visitare uno dei più importanti siti minoici che si trovano attualmente sull’isola di Creta, cioè Cnosso. Qui, come narra la leggenda, si trova il palazzo (datato 1.900 a.C.) che fu teatro di vicende narrate da miti famosissimi, come quello di Minosse e del suo labirinto, con protagonisti Teseo, Arianna e il famigerato Minotauro.

Altri siti archeologici importanti a Creta sono quello dell’antica città di Gournià e, ovviamente, le rovine del palazzo di Festo. A Festo sono stati ritrovati reperti come la ceramica di Kamáres e il disco di Festo (datato 1.700-1.600 a.C.). Questo disco nasconde arcani misteri: le scritte in geroglifico minoico che riporta il disco sono ancora di difficile traduzione e hanno reso il reperto celebre per la sua indecifrabilità.

A un paio di chilometri da Festo c’è un sito archeologico assolutamente da vedere. Stiamo parlando del Sito archeologico di Agia Triada, dove potrete vedere i resti di una cappella con affreschi del XIV secolo, che fa parte del bellissimo Monastero di Tzagarolon. Oltre ai resti del monastero troverete una villa degli inizi dell’epoca post-palaziale, un edifico con un singolare cortile centrale e tantissime stanze ben strutturate ed ordinate (caratteristica tipica anche delle rovine del palazzo di Cnosso).

Agia Triada

Foto CC-BY di Olaf Tausch

Per gli appassionati di natura ed escursioni consigliamo una gita al villaggio di Samaria, parte di un parco naturale e ormai disabitato. Il villaggio, con le sue rovine e la sua atmosfera misteriosa, merita una visita. Da qui potrete poi recarvi alle Gole di Samaria, attraversando le spettacolari gole dalle altissime pareti a strapiombo. L’escursione continua fino al porto di Agia Roumeli. Da qui, in battello, potrete tornare alla città di Hania (dalla quale, si suppone, sarete partiti).

Interessante anche una gita a Ágios Nikólaos, che oggi è un grazioso centro turistico sul lago di Voulisméni ma che in passato fu un avamposto su Creta della civiltà bizantina. Se andate a Ágios Nikólaos, non dimenticate di visitare il Museo archeologico, che conserva repenti importantissimi che coprono un arco temporale che va dal neolitico all’epoca romana.

Altre cittadine meritevoli di una visita sull’isola di Creta sono Gortina, Rethimno, Malia, Hania e Kritsa.

Le cose da fare e da vedere a Creta sono numerose: dovete solo scegliere le mete che più vi affascinano, fare i bagagli e partire alla volta di una delle isole più suggestive ed affascinanti di tutta la Grecia.

Fate attenzione alle zone turistiche più affollate, dove i furti e gli scippi sono all’ordine del giorno, e non fidatevi dei venditori locali, con i quali potete tranquillamente contrattare il prezzo degli oggetti di artigianato, sempre in sovrapprezzo rispetto al loro costo normale. Non portate troppo contante con voi e lasciate gli oggetti preziosi o costosi a casa.

Per il resto non dovete fare altro che godervi il vostro viaggio in questa isola dalla bellezza straordinaria. Buone vacanze nel’isola di Creta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *