Karpathos

Vuoi fare un viaggio in Grecia? Se cerchi silenzio, relax e paesaggi da cartolina non puoi perderti l’isola di Karpathos.

Levkos - Karphatos

Foto CC-BY-SA di Frente

Karpathos è una delle isole del Dodecaneso: è la seconda dell’arcipelago per estensione ma è una delle più remote, nonostante sia abbastanza facile da raggiungere per i turisti greci e stranieri grazie alla presenza di un aeroporto internazionale.

Karpathos si trova a metà strada tra Rodi e Creta ed è quindi una buona base per sostarsi tra le isole dell’arcipelago, oltre che una meta turistica a dir poco stimolante e fascinosa.

Anche se negli ultimi decenni il turismo di massa è arrivato, riempiendo Karpathos fino alla sua saturazione nei mesi di alta stagione, in alcuni periodi dell’anno meno caotici è possibile godere dell’isola in tranquillità e relax.

Nonostante sia, infatti, tra le mete turistiche e balneari più conosciute della Grecia, Karpathos riesce ancora a sfuggire all’assalto dei turisti nei mesi di bassa stagione. Per tale ragione, se non vi piace l’affollamento o il caos, vi consigliamo di recarvi sull’isola greca in Primavera, oppure alla fine della stagione estiva (inizi e metà di Settembre), quando il clima è comunque favorevole ma l’atmosfera è più “easy” e rilassata.

Cosa fare e cosa vedere a Karpathos e dintorni

L’isola di Karpathos presenta una netta divisione tra le zone turisticamente più sviluppate, che si trovano in tutta l’area meridionale, e una zona ancora selvaggia e quasi incontaminata, cioè tutta l’area a nord dell’atollo.

Proprio la parte settentrionale è caratterizzata da una natura incolta e lussureggiante, grazie anche alla presenza di una catena montuosa imponente che rende il paesaggio ancora più suggestivo. Fatta eccezione per qualche villaggio montano, in questa parte dell’isola non c’è molto e, per tale ragione, il turismo di massa l’ha snobbata in favore della fascia meridionale, dove si trovano le spiagge più affollate, i negozi di souvenir, gli hotel e così via.

Le città, le attrazioni culturali e i luoghi del divertimento

Ovviamente il vostro itinerario di viaggio a Karpathos dipenderà molto da ciò che vi piace fare e dai vostri interessi. Iniziamo con qualche consiglio culturale e turistico.

Karpathos

Foto CC-BY di ufoncz

Un luogo che non potete perdere a Karpathos è il capoluogo dell’isola, cioè Pigadia, che si trova lungo il litorale orientale. Bellissima la baia di Vronti, che offre uno scenario pittoresco alla città che vi sorge all’interno. Cercate un punto panoramico per scattare qualche foto della baia dall’alto: porterete a casa con voi dei ricordi indelebili!

Proprio a Pigadia troverete tutto ciò che vi serve per una vacanza confortevole e divertente: qui ci sono, infatti, i locali, i ristoranti, i servizi pubblici e tutto ciò che serve al turista medio. Non si tratta di un centro abitato enorme ma, grazie al grande afflusso turistico che ha caratterizzato Pigadia negli ultimi decenni, la città si sta pian piano modernizzando.

Il secondo step del vostro itinerario di viaggio a Karpathos è Arkasa, una cittadina situata sulla costa occidentale. Arkasa è la seconda città turistica dell’isola di Karpathos e praticamente tutti i visitatori che trascorrono le vacanze sull’isola vi si recano almeno una volta. In questo luogo in passato sorgeva una splendida città greca, anche se oggi dell’antica acropoli resta davvero poco: le mura e qualche rovina.

Nei pressi di Arkasa potete visitare anche la città di Finiki, un grazioso porto di pescatori che vi permetterà di assaporare la vera essenza dell’isola di Karpathos.

Altre mete interessanti sono Menetes, a circa 8 chilometri da Pigadia, e Olymbos, sempre nei pressi del capoluogo.

Menetes ha un aspetto davvero peculiare: è arroccata su una rupe ed è famosa per le sue casette colorate in tinte pastello e decorate in stile neoclassico.

Olymbos, invece, merita una visita non solo per la sua posizione panoramica in cima ad una montagna, ma anche per le sue case con le imposte colorate e per i suggestivi mulini a vento. Le donne di Olymbos, in aggiunta a ciò, faranno la gioia dei fotografi perché indossano ancora oggi gli antichissimi costumi tradizionali. Se volete portare a casa un souvenir da Olymbos scegliete i caratteristici stivali in puro cuoio realizzati a mano dai calzolai del paese seguendo le tecniche di lavorazione tradizionali.

Le spiagge più belle di Karpathos

A Karpathos è davvero difficile dire quali sono le spiagge più belle, perché tutta la costa è caratterizzata da mare cristallino e lidi paradisiaci. Tra le spiagge più belle della costa orientale ci sono Amopi, a 5 chilometri da Pigadia, e Afiartis Bay, a circa 13 chilometri da Pigadia. Quest’ultima è particolarmente indicata agli appassionati di sport acquatici come il windsurf e il kitesurf.

Da non perdere anche Vrondi Bay, a 4 chilometri dal capoluogo; Kyra Panaghia, con la sua chiesetta dalla cupola rossa; Apella, che sorge in una insenatura di sabbia abbracciata da pinete e alture roccioso.

Meritano una menzione anche Aghios Nikolaos, Papa Mina, Diafani e Vananda, tutte sulla costa orientale.

Per quanto riguarda la costa occidentale vi consigliamo innanzitutto Lefkos, famosa per le sue calette di sabbia bianchissima, per il mare da cartolina e per la presenta di un’antica cisterna sotterranea romana che può essere visitata seguendo un sentiero nella natura.

La spiaggia di Kamarakia è più selvaggia ed è sconsigliata alle famiglie con bambini e ai nuotatori poco esperti.

Tra le spiagge più belle del litorale occidentale vanno menzionate anche Aghios Georgios, Aghios Nikolaos (che non va confusa con la spiaggia omonima sulla costa orientale) e Capo Paliokastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *