Quando partire

La Grecia è un Paese abbastanza vasto e variegato dal punto di vista geografico, con catene montuose, aree costiere ed isole caratterizzate da climi differenti e variabili. Scopriamo insieme qualcosa in più sul clima della Grecia.

Qual è il periodo migliore per visitare la Grecia?

La risposta non è univoca ma dipende da quale zona del Paese state per visitare. La Grecia presenta un clima mediterraneo. Il clima e le temperature variano da stagione a stagione e, soprattutto, a seconda della regione.

In linea di massima i mesi migliori per un viaggio in Grecia sono quelli che vanno da Aprile a Giugno (primavera) e di nuovo da Settembre a Novembre (autunno). Le stagioni di transizione appena citate sono caratterizzate da un clima abbastanza temperato e da belle giornate di sole.

A Luglio ed Agosto, nel pieno della stagione estiva, si registrano in Grecia temperature molto alte, accompagnate da un clima secco e spesso da una calura insopportabile (fino a 40°C). Visitare in estate i siti archeologici e le città più famose può essere stancante e pesante dal punto di vista fisico. Per questa ragione sarebbe meglio partire in primavera.

Questa accortezza non vale se la vostra destinazione sono le isole del Mar Egeo: qui il clima è sempre mite e piacevole, in inverno ma anche in estate, quando la calura è attenuata dal “meltemi”, un vento fresco che rende l’aria più respirabile ed il mare più limpido e calmo.

L’isola di Creta è, invece, molto calda in estate: assicuratevi che il vostro albergo sia dotato di condizionatore per i mesi più afosi.

Anche Atene è contraddistinta da estati caldi ed torride, a causa dell’inquinamento della città: vi consigliamo di visitare Atene in primavera o in autunno. Molti turisti optano senza particolari problemi anche per l’inverno: Atene è meno affollata e le temperature non scendono quasi mai sotto i 10°C.

Cosa mettere in valigia?

Ovviamente ciò dipende dalla stagione in cui è previsto il vostro viaggio. In estate potete andare sul sicuro portando con voi vestiti leggeri ed abbigliamento tipico delle vacanze balneari. Optate per un abbigliamento comodo da indossare, pratico e di materiale naturale (non sintetico).

In primavera ed autunno non dimenticate di portare un maglioncino o una giacca leggera per la sera o per le giornate più fresche.

Proteggetevi dal sole come meglio potete: cappelli, bandane, visiere, parei, copricostume, vestiti di cotone e lino.

In valigia non devono mancare la crema solare, una crema antistaminica contro le punture d’insetto ed un buon repellente. Dato che molte spiagge sono di tipo roccioso, sarebbe utile portare con voi delle ciabattine di gomma in modo da non farvi male camminando o sbattendo sul fondale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *